+++ Tutti i bandi per Italia, Vaticano e San Marino +++

Home

"Hochschuldialog mit Südeuropa" (Dialogo tra le università tedesche e sudeuropee)

Edizione 2016 del bando DAAD per l'organizzazione di conferenze, scuole estive, seminari intensivi e workshop  (entità massima del finanziamento: 20.000 €)

Scadenza: 30 giugno 2016

Il programma "Hochschuldialog mit Südeuropa 2016" ("Dialogo tra le università tedesche e sudeuropee") mira ad incentivare la cooperazione e il dialogo scientifico e socio-politico tra la Germania e i Paesi sudeuropei particolarmente colpiti dalla crisi economica - Italia, Spagna, Grecia, Portogallo, Cipro - su temi di interesse comune.

Versione originale del bando (in tedesco)

Norme per la presentazione delle domande (in tedesco)

Traduzione in italiano del bando

Indicazioni per la presentazione delle domande e quadro normativo 2017 (traduzione in italiano)

Cosa viene finanziato?

Il programma intende sostenere l'organizzazione e la realizzazione di eventi, conferenze, attività formative per studenti, dottorandi e giovani ricercatori (corsi specialistici, seminari intensivi e workshop), in tutte le aree disciplinari. Inoltre verranno finanziati i costi di viaggio, le spese per il soggiorno dei partecipanti e l'eventuale pubblicazione degli atti del convegno. Gli eventi potranno avere luogo sia in Germania che in Italia.

Chi può presentare domanda?

Possono presentare domanda esclusivamente le università tedesche. Anche le università italiane possono proporre delle iniziative alle loro università partner in Germania le quali, una volta concordati i dettagli relativi al progetto, saranno incaricate di presentare formalmente la candidatura.

Entro quando si deve presentare la candidatura?

Le domande dovranno essere presentate entro il 30 giugno 2016.

A quanto ammonta il finanziamento?

Potranno essere concessi fino a 20.000 euro per evento.

Quando dovranno aver luogo gli eventi?

Le attività dovranno svolgersi in un periodo compreso tra il 1° gennaio 2017 e il 31 dicembre 2017.
Nel caso in cui venga richiesto un contributo alle spese di pubblicazione degli atti, tali fondi dovranno essere utilizzati entro il 31 dicembre 2018.

Referente del programma:

DAAD-Deutscher Akademischer Austauschdienst
Kooperationsprojekte in Europa, Südkaukasus und
Zentralasien/P23

Martina Labrenz
Tel.: +49 228 882-616
Fax.: +49 228 882-9616
E-Mail: labrenz@daad.de

***********************************

DOMANDE FREQUENTI SUL PROGRAMMA

1. Ci sono restrizioni tematiche?

Il bando si rivolge a tutte le aree disciplinari; i progetti devono tuttavia fare riferimento a questioni di attualità socio-politica e avere rilevanza per le relazioni intereuropee negli ambiti dell'economia, della scienza, della politica e della cultura.

2. Possono partecipare anche più di due università?

Sì, possono collaborare anche più di due università. In ogni caso, un'università tedesca deve fungere da referente principale.

3. Possono partecipare anche università di altri Paesi?

Sì, limitatamente ai Paesi destinatari del bando (Germania, Italia, Spagna, Portogallo, Grecia e Cipro).

4. Possono partecipare anche i centri di ricerca extrauniversitari?

No, destinatari del programma sono solamente le università.

5. Ci sono limitazioni per quanto riguarda la nazionalità dei partecipanti?

Sì, possono essere finanziati solo partecipanti dei Paesi destinatari del programma (Germania, Italia, Spagna, Portogallo, Grecia e Cipro).

6. Come deve essere costituito il gruppo dei partecipanti?

Il numero dei partecipanti tedeschi e dell'università straniera deve essere equilibrato.

7. È possibile fare un evento in Germania e uno in Italia?

Sì, e in genere è molto apprezzato.

8. Possono essere pagati degli onorari ai relatori?

Sì, solo se questi ultimi non sono impiegati presso le università coinvolte nell'organizzazione della manifestazione. L'ammontare degli onorari deve essere verificato e approvato dal DAAD.

9. In caso di eventi organizzati in Italia, quali partecipanti possono essere finanziati?

Nell'ambito di manifestazioni aventi luogo in Italia possono essere finanziati solo i partecipanti che si trovano in una città diversa da quella sede dell’evento. Le spese di viaggio e soggiorno sono, in questo caso, rimborsate ai sensi della Legge federale tedesca sui costi di viaggio (BRKG - Bundesreisekostengesetz) e del decreto per le spese di viaggio all’estero (ARV - Auslandsreisekostenverordnung). Lo stesso vale per i viaggi dei partecipanti italiani in un altro Paese sudeuropeo coinvolto nello stesso progetto.

10. Quali aspetti influiscono nella valutazione?

L'idea di dialogo tematico, la reciprocità tra i partner, l'attualità e l'originalità del progetto, la sua rilevanza a livello di relazioni intereuropee in ambito scientifico, economico, politico e culturale, così come la sua sostenibilità nel tempo; il coinvolgimento dei giovani, il valore aggiunto che la cooperazione internazionale apporta al raggiungimento degli obiettivi preposti, la pianificazione e la realizzabilità del progetto, la presenza di eventuali co-finanziamenti.

Elenco dei progetti italo-tedeschi finanziati dal programma nel 2016